Appunti di Viaggio

Appunti di viaggio: Andrea e Francesca a Londra

Londra

Ecco il mio viaggio a Londra!
Come precedentemente accennato, il viaggio non sembrava nato sotto una buona stella.
Siamo arrivati a Luton, con un volo Easyjet da Cagliari in poco più di 2 ore e 30; abbiamo dovuto attendere più di 40 minuti i bagagli imbarcati, in particolare la mega valigia ( che chiamo la cassa da morto) che Francesca, divenuta nel frattempo mia moglie,  mi costringe a portami dietro in tutti i nostri viaggi.
Fortunatamente, visto l' orario, fuori ad attenderci c'era l' autista della Londontransfers, Orazio, ormai  amico, visto che ci ha servito in modo egregio fin dal nostro primo viaggio a Londra insieme, nel lontano 2002.
A riguardo vorrei aprire una piccola parentesi per riaffermare quello che spesso dico agli amici. Molti di loro, infatti, continuano ad ostinarsi a prendere i mezzi pubblici e a faticare come somari per raggiungere il loro hotel dall' aeroporto.
Ok, per la ricerca del risparmio, ok, se sei solo e si è in due......

Ma quando si tratta di 4 persone o addirittura di più, come non si fa a capire che la comodità di arrivare direttamente fino all' hotel in auto, spesso passando per le vie più belle della città e cogliendo quindi l' occasione di iniziare a vedere le attrattive e monumenti più importanti,  non vale un risparmio di 3-4 sterline per persona.
Ho " litigato" spesso con alcuni di questi amici che si ostinano a prendere a Londra il bus, poi la metro, poi la pedovia ( la camminata con le valige in groppa) alla ricerca dell' hotel prenotato.

E alla fine si trattava di aver risparmiato 10 sterline in 4 persone, prendendo il bus, il mezzo più economico!!!!
Poi ci sono quelli che, sono più furbi e in 5 hanno preso il treno da Stansted ( 19 sterline per persona fino a Liverpool street e da quì un taxi perchè era tardi.
prezzo totale ( 95 sterline di treno + 25 sterline di taxi= 120 sterline)
Noi in 5, con una coppia di amici e il loro figlio, abbiamo speso 100 sterline, con la londontransfers! Va bé, scusate lo sfogo ma ogni volta che parliamo tra amici di mezzi di trasporto e comodità varie, c'è sempre da discutere. Comunque per gli interessati, il sito di riferimento della londontransfers è www.londontransfers.net  ( mi sono servito di Loro anche a Barcellona, il 6 ottobre scorso e mi servirò di Loro a Parigi, sotto Natale)

Tornando al viaggio, dopo circa 1 ora, siamo arrivati al nostro hotel di destinazione, il Danubio hotel.

Si tratta di un 4 stelle,da noi scelto dopo aver attentamente osservato il giudizio dei clienti su booking, venere,.... e in realtà si trattava di un buon hotel.
Il problema degli hotel londinesi è che hanno uno standard inferiore al nostro e in alcuni particolari ci sarebbe da ridire.
Per esempio la mia "cassa da morto", il valigione nero, non entrava in camera.
Troppo grande la valigia o troppo piccola la camera? Secondo voi?
La camera, una matrimoniale con bagno ( per fortuna c'era, anche se vecchio!) era veramente piccola, soprattutto considerando che si trattava di un 4 stelle al costo di 179 sterline per notte e senza colazione inclusa.

Lo so' non sono ne pazzo ne ricco da potermi permettere un hotel del genere per una settimana!
In realtà il bello deve ancora venire!

In quei giorni ( sembra di raccontare una favola) infatti gli appartamenti dove di solito alloggiamo erano pieni ( si tratta di graziosi monolocali a King's Cross che costano veramente poco ( circa 70 sterline per notte) e che abbiamo trovato tramite Londonservice) e quindi per non perdere il biglietto aereo che avevamo prenotato da tempo, abbiamo trovato, secondo noi, un buon escamotage.
Vantavo infatti un credito nei confronti di una agenzia di viaggi e che non riuscivo a recuperare ormai da mesi. Ecco l' idea.
per l' equivalente faccio prenotare l' hotel all' agenzia ( non faccio nomi perchè poi alla fine si sono comportati bene).
Persi per persi, punto in alto! Un bel 4 stelle a Regent's Park, in una delle zone più In di Londra. Quindi tutto fatto! L' agenzia mi manda il voucher della prenotazione e noi partiamo tranquilli.

Arrivati in hotel in tarda serata la bella sorpresa!

Non esiste prenotazione!

Chiaramente a quell' ora l' agenzia con cui avevo prenotato era chiusa e non avevo nessun riferimento da chiamare.

Chiamo l' assistente italiano che la londontransfers mette a disposizione per i suoi clienti e chiedo di parlare con il personale dell' hotel ( con nostro inglese scolastico  non siamo in grado di affrontare una discussione di quel genere).

Dopo tanto insistere, finalmente ci trovano una soluzione per quella notte.
Ci possiamo accomodare nella camera di cui sopra, pagando subito 179 sterline!

E poi dal giorno dopo ci saremo dovuti arrangiare in altro modo.

Il problema è che sotto Natale, gran parte degli hotel a Londra è al completo.

Fortunatamente Felicity, l' assistente della Londontransfers, il giorno dopo ci comunica di aver trovato un monolocale libero vicino ai loro uffici a un prezzo accessibile, visto il periodo.

Così il giorno dopo, un loro autista ci ha accompagnato nella zona di Victoria Station, direttamente all' indirizzo del nostro "nuovo" alloggio.

Il monolocale era sufficientemente spazioso ( almeno 3 volte la camera di quell' hotel) e disponeva dell' angolo cottura, cosa che chiaramente consente di cucinare qualcosa in casa e di non spendere troppo fuori.
Ci è costato 90 sterline per notte ( quindi abbiamo risparmiato la metà rispetto all' hotel). Inoltre, vista la male parata, l' agenzia che abbiamo contattato il giorno dopo per chiedere spiegazioni, ha provveduto immediatamente a saldare il mio credito.

Quindi tutto volgeva al sereno!

Ora, finalmente potevamo goderci la nostra amata Londra.

Dovete sapere che Londra sotto Natale è qualcosa di meraviglioso.
Si respira un' aria, frizzante ( la temperatura si avvicinava ai 4-5 gradi) e tutto ti riporta al Natale sempre sognato.

Uno degli errori che commettiamo sempre quando torniamo a Londra è che si rischia di rivedere cose già viste, più e più volte.

IL problema è però un altro: come fare, una vota che si è a Londra, a non rivedere Covent Gardem , Trafalgar Square, Piccadilly, Kensington, Big Ben, Portobello, Camden,Bloomsbury.....

Spiegatemelo voi! Ogni volta che vedo e rivedo questi posti faccio il pieno di vita.
Non capisco nemmeno io come possa succedere. Eppure una semplice passeggiata per Bloomsbury, per esempio mi ritempra lo spirito come poche altre cose al mondo.

Londra mi fa questo effetto da sempre.

Ogni cosa conosciuta, sempre poi di vederla con occhi diversi e per magia si trasforma in qualcosa di diverso.

Andate per esempio sotto Natale  a vedere il Museo di Storia Naturale, su Cromwell Road, in pieno South Kensington.
In questo come in altri luoghi della città, nel periodo Natalizio, fanno il mercatino di Natale e una bella pista per pattinaggio sul ghiaccio.
Siamo nella zona in cui si trovano alcuni dei più bei musei di Londra: Oltre il Museo di Storia Naturale a poca distanza troviamo il Victoria and Albert Museum che merita una attenta visita.
All' interno del Victoria, oltre alla storia che riprende vita, trovate una sala da tè che ha qualcosa di meraviglioso!
Potete gustare un buon tè con una ottima fetta di torta e, se fortunati, ascoltare una buona esecuzione al pianoforte.
Proseguendo sulla via dove si trova il Victoria, dopo 10 minuti, arrivate nella zona commerciale di Harrods in 87-135 Brompton Rd e di Knightsbridge
Passando di quà, abbiamo assistito a una bella messa con canti gregoriani, nella chiesa-oratorio di cui non ricordo il nome. Comunque è l' unica della zona e si trova facilmente, essendo sulla strada.

2° giorno

Una cosa che invece non avevamo ancora visto, perchè siamo sempre di corsa, è la Sommerset House.
Si tratta di una antica dimora ora utilizzata per mostre temporanee.
La si trova quasi per caso, rischiando di non vederla, percorrendo fino in fondo lo Strand, tenendosi alle spalle Trafalgar Square.
In periodo Natalizio, dal 19 novembre fino al 24 gennaio, anche quì si può ammirare, nella piazza centrale circondata dalla Somerset House, la pista per il pattinaggio sul ghiaccio, dall' atmosfera molto "natalizia"
In altri periodi dell' anno si possano ammirare fontane e giochi d' acqua.
Dopo aver trascorso un paio d'ore in questa zona di Londra, siamo tornati indietro e, sempre a piedi, siamo scesi verso il Big Ben, ripassando per Trafalgar Square. Abbiamo deciso di fare una sosta a St Martin In the Field, vicino alla National Gallery, a pochi metri da Trafalgar.
Quì abbiamo assistito all' ora di pranzo, a un concerto di musica classica.
Ne abbiamo approfittato per riposare le nostre stanche membra e per ascoltare un pò di buona musica gratuitamente, seduti nei banchi della Chiesa, in un clima raccolto e rilassante.
Abbiamo mangiato un piatto unico per 8 sterline a testa nel ristorante della  Cripta sotto la Chiesa.
Pulito ed economico, visto che con un piattone così ci si riempie abbondantemente la pancia.

Per smaltire il pranzo abbiamo ripreso il cammino verso il Big Ben; passando per  Downing street n° 10, fino a poco fa residenza ufficiale del 1° ministro inglese, in poco più di 20 minuti a piedi da Trafalgar, si arriva proprio sotto Westminster e il Big Ben.

200 mt più avanti consiglio di vedere la Westminster Abbey, bellissima e antica chiesa di Londra dove sono state incoronati Re e Regine e dove gli stessi, insieme ad illustri personaggi Inglesi, poeti e filosofi, sono sepolti.

Da quì con altri 30 minuti di camminata, attraversando St James Park, si arriva dritti dritti a Bukingham Palace. Se anche voi avete il desiderio di toccare gli scoiattoli, procuratevi almeno una caramella per attirarli a voi.

Sono talmente golosi che per una caramellina rischierebbero la vita!
Sono simpaticissimi e una foto con loro non deve mancare nel vostro Album dei ricordi.

Abbiamo terminato la nostra serata a Covent Garden dove, tra cori Natalizi, musica dal vivo e meraviglie varie da vedere, abbiamo cenato con in una pasticceria per Golosoni. Come gli scoiattoli, anche noi potremmo rischiare il colesterolo alto e la nostra bella linea, per 2-3-4 paste di quella pasticceria di Covent Garden ( non ricordo il nome ma ne troverete una simile ( che mi pare si chiami "Concerto" in Regent Street.)

 

3° giorno

Il terzo giorno lo abbiamo dedicato allo shopping che tanto appassiona Francesca!
Anche a me non dispiace, ma tutti voi sapete bene la differenza che passa tra lo shopping maschile e quello femminile.
Io direi una differenza, innanzitutto temporale!
Per noi una rapida occhiata ci consente di acquistare.
Per le donne ore e ore sullo stesso articolo non garantiscono l' acquisto.
Quindi, direi che una buona parte della giornata è andata via tra Regent's Street e Oxford Street, passando per Piccadilly e tutta la zona commerciale più battuta dai turisti, senza tralasciare un salto al Burberry Factory, che si trova un pò fuori zona e che consiglio, per gli interessati, di raggiungere in taxi ( metro Hakney, se non sbaglio)

 

4° giorno

Dopo la giornata precedente, dove ho accontentato Francesca, oggi è la mia giornata! Parchi e Mercatini.
Abbiamo visto nell' ordine:
La mattina Regent Park a Nord: La giornata fredda creava una atmosfera ancora più bella. Il Parco è meraviglioso e offre un' immensità di specie differenti di fiori e piante, tra laghetti e fontane.
Da questa parte potete girare a piedi nella zona di Baker street e vedere il museo di Sherlock Holmes il più famoso personaggio dello scrittore Arthur Conan Doyle  ( 221/b Baker street). http://221bakerstreet.org/ Poche centinaia di mt più avanti trovate Madame Tousseaud, il più famoso museo delle cere del Mondo.
Sarà che non mi attrae il genere ma anche questa volta mi sono rifiutato di pagare il biglietto per vedere le statue di cera di VIP di tutti i tempi.
Da quì Francesca ha provato senza successo a indirizzarmi verso la non lontana Oxford Street per uno strascico dello shopping del giorno prima.
Invece, su ferma mia volontà, abbiamo attraversato tutto il parco verso nord, per sbucare in uno degli angoli di Londra che preferisco. Il Regent Canal.
Seguendo il Regent Canal, attraverso il verde tipico londinese, tra barconi e Ville palladiane, arrivate direttamente davanti al mercatino di Camden Town, uno dei più belli di Londra.
Ci sono decine e decine di negozi e bancarelle dove gli appassionati possono trovare pane per i loro denti.
Stanchi della camminata di diverse ore, intorno alle 16.00 siamo rientrati all' appartamento per riposare un pò.
Ne abbiamo approfittato per prenotare online un balletto " Lo Schiaccianoci" rappresentato dalla compagnia di balletto di Londra.
Il teatro si trova proprio nello Strand e lo spettacolo è stato stupendo!

Spesa complessiva per 2 persone 30 sterline!

Abbiamo mangiato una Pizza al Pizza Express, poco distante  per 32 sterline totali e alle 24.00 eravamo già nel mondo dei sogni nel lettone del nostri monolocale.

 

5° giorno

Ecco arrivati alla fine del nostro viaggio.
L' ultimo giorno non sai mai cosa vedere tra tutte quelle che ti rimangono.
Abbiamo deciso quindi di farci un giro per il lungo Tamigi.

Siamo scesi alla stazione metro di Tower Bridge e da lì siamo passati per la Torre di Londra ( non siamo entrati, avendola vista più volte, ma consiglio di pagare le 10 sterline del biglietto. Ne vale veramente la pena!) Per chi non entra, può comunque immergersi nella storia, passeggiando sotto le mura.
Si incontra subito il maestoso Tower Hill.

Dietro non tutti sanno che c'è un angolo di Londra molto pittoresco e romantico.
St Katerine. Un porticciolo per barche a vela e imbarcazioni di Lusso, tra negozi e case dai balconi fioriti.

Abbiamo proseguito per il lungo Tamigi, sempre affascinante e pregno di storia e leggende.

La sera, dopo aver mangiato in un ristorantino del centro con menù fisso di 16 sterline per persona, abbiamo deciso di andare prima da Harrods, addobbata a festa, poi  nuovamente a Covent Garden a respirare ancora un pò il Natale che stava arrivando. ( nel caso non ci fosse bastato quanto visto da Harrods sul tema Natale).

A Covent Garden abbiamo preso un tè nella piazzetta centrale dove giornalmente si esibiscono cantanti di ogni genere. Quella sera c'era un quartetto più voce ( sarà un quintetto?) che cantava le più belle melodie natalizie.

Londra di notte, sotto Natale, è tutto un luccichio di colori, stelle, suoni e musiche, angeli e babbo natale. Alberi di Natale in ogni angolo e tutto quanto è utile per creare l' atmosfera natalizia a Londra lo trovi.


Siamo rientrati a casa intorno alle 21.00 per cercare di dormire qualche ora prima della sveglia ben prima dell' alba.
Chiaramente non abbiamo chiuso occhio, avendo appuntamento alle 03.00 con la londontransfers, per raggiungere l' aeroporto di Stansted dove alle 06.10 ci saremo dovuti imbarcare.

Anche questo viaggio è terminato lasciando in noi una carica e un' emozione che ci stiamo ancora portando dietro e che penso sarà sempre tra le foto, i ricordi e le sensazioni più belle della nostra vita.

Andrea e Francesca

 

 

©2009 Template by Blografando NORMATIVA COOKIE  Londra  Parigi  taxi a Londra  taxi a Parigi  tutto viaggi taxi aeroporti vivere felici guarire